Piccole buone abitudini per grandi cambiamenti

piccole abitudini grandi cambiamenti

L’inizio del nuovo anno è sempre carico di buoni propositi, ma, siamo sinceri, questi si trasformano spesso e molto velocemente in vane promesse. E questo succede perché vogliamo sempre grandi cambiamenti e li vogliamo subito 

Fare più sport, svegliarsi presto al mattino, mangiare meno zuccheri, bere più acqua, avere la casa in ordine… sono solo alcuni esempi di buoni propositi che vorremmo perseguire e ci sentiamo motivati a farlo perché magari abbiamo letto un libro o abbiamo guardato un video e partiamo a mille con il desiderio di realizzarli. 

Ma la motivazione dopo breve tempo viene meno e ci sentiamo scoraggiati, frustrati e sconfitti per non essere riusciti nel nostro intento.  

Ecco perché la motivazione non è sufficiente, perché, così come l’entusiasmo, è solo passeggera e inaffidabile. 

Quello su cui puntare è invece un sistema fatto di abitudini, ovvero di piccoli gesti che ripetuti giorno dopo giorno possono fare la vera differenza. 

Come spiega James Clear nel suo libro Atomic Habits.Piccole abitudini per grandi cambiamenti la chiave per creare grandi cambiamenti nella propria vita non richiede grossi sconvolgimenti. Piuttosto è possibile apportare piccole modifiche ai propri comportamenti, che, se ripetuti nel tempo, diventano abitudini che portano grandi risultati. 

Per questo ho pensato ad un’alternativa ai soliti buoni propositi per il nuovo anno, che sono sicura potrà essere più efficace per me e spero anche per te. E se tu come me sei stanco di non realizzare ciò che ti proponi di fare all’inizio dell’anno questa sarà una sorta di piccolo challenge che possiamo iniziare a fare insieme. 

Il mio impegno sarà quello di introdurre piccole abitudini super semplici e veloci da completare nell’arco di pochi minuti e che introdurrò nella mia routine fino a fondersi completamente con la mia giornata e diventare le mie piccole buone abitudini quotidiane. 

E per individuarle ho deciso che queste abitudini avrebbero dovuto avere queste caratteristiche: 

Solo 5 minuti al giorno per reali benefici nella propria vita

Per prima cosa avrebbero dovuto richiedere solo 5 minuti al giorno del mio tempo. Lo so, 5 minuti sembrano pochi, ma in realtà è proprio questo il punto. Devono essere super veloci, così che il desiderio di procrastinare non si frapponga tra me e loro. E poi perché 5 minuti è un tempo breve, specifico e predefinito in cui poterle portare a termine. 

Se finirò poi per avere, o per desiderare, di avere più tempo per loro non sarà un problema. Potrò sempre decidere di dedicare loro qualche minuto in più. Ma il punto è che anche se dedico anche solo 5 minuti al giorno a queste attività, sono sicura che porteranno un reale beneficio per la mia vita. 

E questa è la seconda caratteristica che ho individuato per scegliere le mie piccole buone abitudini, ovvero la loro capacità di portare un reale beneficio e valore alla mia vita in termini di salute, di equilibrio psico-fisico e di organizzazione. 

Voglio quindi condividere con te quali sono le mie tre piccole buone abitudini con cui ho scelto di sfidarmi:

  1. Meditazione 

La prima piccola buona abitudine che introdurrò nella mia routine quotidiana sarà meditare 5 minuti al mattino dopo essermi alzata. Quello che farò sarà semplicemente alzarmi dal letto, sedermi sul tappetino e selezionare sul mio smartphone alcune meditazioni guidate. Ci sono diverse app e playlist su youtube o su spotify, tutte gratuite e da cui prendere ispirazione. Io mi trovo molto bene con una app che si chiama Insight timer perché permette di selezionare la durata e la tipologia di meditazione da seguire anche sulla base del livello di esperienza. E questo sarà il mio piccolo rituale per respirare, rilassarmi e iniziare la mia giornata con maggiore consapevolezza.  

2. Decluttering

La seconda piccola buona abitudine che introdurrò nella mia routine quotidiana sarà dedicare 5 minuti prima di cena per fare decluttering, riordinare e organizzare il mio spazio. Che si tratti della mia scrivania, dell’ingresso, della mia camera da letto o di qualunque altro spazio della casa dove tendo ad accumulare maggiormente. In questo modo mi assicurerò non solo di tenere in ordine il mio spazio, che è fondamentale per essere organizzati e produttivi. Ma sarà anche il mio piccolo rituale della sera per concludere la giornata appena trascorsa. E, così come sarà libero dal superfluo il mio spazio, anche la mia mente sarà libera dalle fatiche della giornata e potrà dedicarsi ad attività più rilassanti.  

3. Journaling

Infine, la terza piccola buona abitudine che introdurrò nella mia routine quotidiana sarà dedicare 5 minuti prima di andare a dormire per scrivere alcune righe nel mio diario 

Ho iniziato a farlo già da qualche mese, ma mai con costanza, proprio perché fino a questo momento non ho mai dedicato un tempo ben definito per farlo. Invece sono convinta che introdurre questa abitudine quotidiana anche solo per 5 minuti al giorno non potrà che portarmi dei benefici perché l’esercizio della scrittura è uno strumento molto potente non solo per mettere a fuoco i propri pensieri, capire meglio le situazioni che si stanno vivendo e trovare il modo per affrontarle; ma anche per stimolare la propria consapevolezza e praticare la gratitudine, ogni giorno. 

Tracking delle abitudini

Per concludere voglio condividere con te un sistema che trovo molto efficace per tenere traccia dei propri progressi nella costruzione di nuove buone abitudini ed è il tracking tramite app nate proprio a questo scopo e che ci aiutano a praticare, a registrare i nostri risultati e per trovare e mantenere il ritmo giusto. 

Io ne ho provate diverse e al momento mi trovo molto bene con Done, una app gratuita sia per Ios che per Android. Ha un’interfaccia molto semplice ed essenziale e consente di personalizzare i propri obiettivi prefissando delle mete temporali. 

Si dice che ci vogliano 21 giorni per costituire una nuova abitudine, quindi per far sì che un’azione diventi automatica e parte integrante della propria routine. É vero però che ognuno ha i propri tempi e che questi vanno rispettati se si vogliono ottenere dei risultati duraturi nel tempo. Credo però che per iniziare un buon traguardo per il tracciamento delle proprie abitudini sia 30 giorni. Ed è l’obiettivo che mi sono personalmente prefissata per queste mie piccole nuove buone abitudini. 

E tu hai voglia di accogliere questa sfida insieme a me? Se sì fammi sapere nei commenti quali sono le tue piccole buone abitudini che vuoi introdurre per migliorare la tua vita e per vivere in maniera più consapevole. 

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi anche su YOUTUBE sulla mia PAGINA FACEBOOK e INSTAGRAM

professionalorganizer
É PERFETTO PER ME… LO VOGLIO!


SCEGLI L’OPZIONE



 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche